L'analisi di bilancio

di Giuseppe Marzo e Elena Scarpino

pubblicato in Manager e imprese di fronte al cambiamento. Strategie e strumenti, Fondazione IDI, 2013, pp. 17-27.


Questo capitolo spiega come calcolare e utilizzare gli indici di bilancio per l’analisi della performance economico-finanziaria di impresa.

Gli indici illustrati sono raggruppati in cinque aree:

  1. Redditività, che esprime la relazione tra un capitale investito e il reddito che grazie alla gestione da quel capitale è derivato. Tipicamente, l’interesse dell’analista è per la redditività del capitale investito nella gestione tipica dell’impresa; e anche per la redditività dei mezzi propri apportati dai soci. In entrambi i casi è possibile costruire opportuni indicatori in grado di soddisfare l’interesse conoscitivo.
  2. Liquidità, qui intesa come capacità dell’impresa di produrre flussi di cassa. È infatti noto che il reddito ha un contenuto che è solo parzialmente monetario. Ciò implica che la focalizzazione sulla produzione di reddito debba essere necessariamente integrata anche con la valutazione della capacità dell’impresa di trasformarlo in flussi monetari.
  3. Indipendenza, qui da intendersi soprattutto come indipendenza finanziaria: quanto l’impresa è dipendente dal credito per il finanziamento dei suoi fabbisogni? Un grado di dipendenza maggiore implica, a parità di altre condizioni, una maggiore vulnerabilità dell’impresa: dal punto di vista reddituale essa sopporterà generalmente un maggior onere per oneri finanziari e avrà inoltre profili di rischiosità più elevati.
  4. Sviluppo, che può riguardare la struttura dell’impresa, cioè i suoi investimenti, oppure le sue condizioni operative, tipicamente rappresentate dal fatturato.
  5. Rischio, che può analizzarsi secondo due diverse prospettive. La prima è quella di variabilità dei risultati. Sebbene la variabilità possa dipendere dall’evoluzione del ciclo economico, quella che interessa ai fini dell’analisi di bilancio è la variabilità che deriva dalle strutture operative e finanziarie dell’impresa. In particolare come influisce la struttura dei costi dell’impresa sulla variabilità dei suoi risultati? E analogamente, come influisce la struttura dei finanziamenti su tale variabilità? Ma di rischio esiste anche un altro concetto, certamente più estremo. Riguarda il rischio connesso al fallimento o alla cessazione dell’azienda per carenza di risultati. Con l’analisi di bilancio è possibile inferire alcune riflessioni con riferimento a quest’ultimo punto. Ad esempio l’impiego degli indici di bilancio per la simulazione del rating aziendale è certamente utile a tale scopo.

Il capitolo spiega come calcolare gli indici delle cinque aree a partire dalla riclassificazione del bilancio (Stato Patrimoniale, Conto Economico e Rendiconto Finanziario) e come usare gli indici per cogliere alcune dinamiche fondamentali per la comprensione della performance economico-finanziaria dell’impresa. 


Qui sotto potete trovare il file pdf con l'articolo completo.

Data pubblicazione: 2/04/2021

Argomento: Analisi di bilancio
Condividi su: